Una delle metriche più utilizzate dalle aziende e-commerce per misurare il grado di successo è il tasso di conversione. Se la tua azienda genera una vendita di un milione di euro all’anno, un aumento dell’1% nel rapporto visitatore-acquisto del tuo sito può aggiungere migliaia di euro al totale. 

1. Ottimizza il tuo sito per i telefoni cellulari

Il cellulare è molto importante. Entro il 2018, si prevede che le entrate globali derivanti dall’e-commerce per cellulari raggiungeranno i 669 miliardi di euro; si tratta del 45% delle entrate previste per tutto il mercato e-commerce1. Se vuoi incrementare il volume commerciale, il servizio per telefoni cellulari potrebbe essere un buon inizio. I motori di ricerca principali stanno sperimentando la Mobile-First Indexing (l’indicizzazione con priorità ai cellulari)2. Per aiutarti a ottimizzare il sito per dispositivi mobili, preparati ad andare oltre il design responsivo o il sito “m.dot”. Crea un sito facile da navigare dall’inizio alla fine e includi una procedura di checkout intuitiva e lineare. Rendi le azioni, le immagini prodotto e i campi dei moduli adatti al touchscreen e non dimenticarti di eseguire un test A/B per provare diverse lunghezze nel modulo di checkout e ottenere il giusto equilibrio e ottimizzare i tassi di conversione.

2. Aiuta i clienti a trovare quello che stanno cercando

I clienti abbandoneranno il sito se le informazioni sul prodotto sono poco chiare o se quello che stanno cercando è difficile da trovare3. Generalmente, i visitatori entrano in un sito attraverso la homepage o la pagina di categoria. Con una navigazione piatta, o condensando la gerarchia in 1-3 strati, alcune pagine vengono combinate verticalmente per permettere agli utenti di individuare i prodotti specifici in modo più facile e veloce4. Grazie alla funzione di ricerca sul sito, molti acquirenti utilizzeranno delle frasi generiche piuttosto che dei nomi prodotto per trovare le informazioni necessarie. Utilizzare frasi generiche (ad esempio, “sandali da uomo” o “cover del telefono”) al posto di nomi di prodotti specifici, permette di ampliare la ricerca e trovare quello che si desidera5.

3. Raggiungere un traffico rilevante

Attrarre acquirenti che non hanno bisogno del tuo prodotto non ti permetterà di migliorare il tuo tasso di conversione. Un tasso di conversione basso può essere il primo segnale di una promozione indirizzata a destinatari involontari oppure con contenuti e messaggi errati. Esamina le domande del tuo account di ricerca pagato e considera se otterresti dei vantaggi aggiungendo delle parole chiave negative per il pubblico rilevante. Un errore comune nella ricerca dei destinatari è selezionare parole chiave complesse oppure termini alla moda che possano adeguarsi al gruppo generale del prodotto, ma comunque ancora troppo ampie per attirare il pubblico desiderato6. Prima di ottimizzare il sito e le parole chiave, è importante comprendere bene qual è il tuo pubblico in modo da avvicinare il più possibile il prodotto agli acquirenti che lo desiderano.

4. Migliora la velocità del tuo sito

Tempi di caricamento lunghi possono diminuire significativamente la pazienza del cliente durante il processo di acquisto. Se questi clienti abbandonassero il sito potrebbe essere in modo definitivo, infatti le ricerche mostrano che il 28% dei clienti non utilizza più un sito lento7. Anche i motori di ricerca penalizzano i siti web con valutazioni di ricerca basse. Alcuni metodi per velocizzare il tuo sito includono la compressione degli script JavaScript e CSS, l’ottimizzazione delle immagini con o senza perdita di dati, la limitazione della pubblicità di terzi e un test della velocità del sito, per assicurarti di collaborare con un valido web host8.

5. Fornisci delle immagini prodotto visivamente efficaci

Gli studi dimostrano che la qualità delle immagini influisce sulla credibilità del prodotto. Il 75% degli utenti e-commerce valuta la possibilità di ingrandire le immagini prodotto come uno dei motivi principali di acquisto9. Fornire delle immagini del prodotto da diverse angolazioni, inclusa una vista totale e un confronto delle dimensioni, può risultare determinante nella scelta di acquisto del cliente. Ad esempio, se un cliente sta cercando degli zaini sul tuo sito, potrebbe essere d’aiuto mostrare una persona con indosso lo zaino. Il cliente sarebbe in grado di vedere il modo in cui lo zaino rimarrà una volta indossato e questo tipo di contestualizzazione potrebbe convincerlo all’acquisto.

6. Diminuisci il tempo di checkout

Chiedere ai clienti di compilare lunghe informazioni superflue potrebbe essere uno dei motivi per cui decidono di andare da un’altra parte. Il 27% degli acquirenti ha abbandonato un ordine perché la procedura di checkout era troppo lunga o complicata10. Potresti rendere il passaggio meno complesso riducendo il numero di campi dal compilare. Cerca rimedi tecnici che potrebbero raccogliere le informazioni necessarie (ad es. codice postale, città e paese compilati automaticamente).

7. Cerca dei metodi per guadagnare la fiducia dei clienti

A volte gli utenti non si sentono a proprio agio nel condividere le informazioni di pagamento sui siti di e-commerce. Secondo uno studio Baymard, il 18% degli utenti ha abbandonato il checkout perché non si fidava a lasciare le informazioni della carta di credito al sito. La fiducia deve essere guadagnata. Se l’azienda è nuova, può essere necessario del tempo perché la fiducia venga costruita. Un modo per aumentare la percezione di sicurezza è includere un sigillo di sito sicuro o un badge di sicurezza sulla pagina di checkout. I badge di Norton Secured, Google Trusted Store e BBB offrono agli utenti maggiore fiducia al momento del pagamento online11.

8. Offri opzioni di pagamento alternative

Lo stesso studio Baymard riporta che il 35% degli utenti non voleva creare un account per il pagamento. Per tenere gli utenti sul tuo sito, è consigliabile offrire una modalità di pagamento alternativa, come Amazon Pay. Soluzioni di pagamento alternative possono fornire un checkout più rapido e migliorare il rapporto di fiducia con i clienti. I metodi di pagamento accertati si sono dimostrati sicuri. Fornendo sul tuo sito dei metodi di pagamento riconosciuti, potrai aiutare i clienti a sentirsi più sicuri e a proprio agio nel fare i loro acquisti.

 


1Global mobile retail commerce revenue from 2012 to 2018, statista, 2016
2Mobile-first Indexing, Google, 2016
3Is product content Helping or hurting your Brand. Shotfarm, 2015
4UI/UX Principles, Fresh Consulting 2016
5Deconstructing E-commerce Search: The 12 Query Types, Baymard 2014
6Ultimate Guide to SEO in 2017, Linkdex 2017
7Holiday Retail Insights Report, SOASTA, 2016
9Why Marketers Should Care About Mobile Page Speed, Think With Google, 2016
9Pulse of the Online Shoppers. UPS, 2016.
10E-commerce Checkout Usability. Baymard, 2016.
11E-commerce Checkout Usability. Baymard, 2016.