Ti è mai capitato di chiederti come sia lavorare in Amazon? Vorresti conoscere meglio le persone che lavorano in una delle aziende più attente al cliente?

Il profilo di questo mese è in realtà doppio. La nostra sessione di domande e risposte vede infatti protagonista una coppia che lavora in Amazon: Alex LaChance-Orlowski e il marito Kris Orlowski. Ci racconteranno come si sono evolute le rispettive carriere e perché lavorano qui da quattro anni o più, oltre a condividere con noi alcune delle loro passioni nel tempo libero.

Potete raccontarci qualcosa della vostra esperienza ad Amazon? Qual è stato il vostro percorso professionale e come si svolge la vostra giornata tipo?

Kris: Lavoro in Amazon da poco meno di cinque anni. A differenza di mia moglie Alex, che ha lavorato in diversi team, io sono rimasto sempre nello stesso durante tutta la mia esperienza, una tendenza che non sembra essere la norma qui. Ho iniziato come consulente addetto allo sviluppo del processo di creazione dei contenuti per Amazon Pay; poi ho ricoperto un ruolo a tempo pieno come responsabile marketing globale, a supporto della rete delle organizzazioni partner. In seguito sono passato a un ruolo legato alla strategia dei contenuti, dove ho contribuito alla creazione della strategia di inbound marketing di Amazon Pay, continuando nel frattempo ad accrescere le mie competenze operative nel content marketing. Nel mio attuale ruolo di responsabile senior del content marketing, mi occupo della gestione della nostra strategia dei contenuti e del calendario editoriale a livello globale, raccontando la storia di Amazon Pay sui canali da noi posseduti e gestiti, tra cui il nostro blog. Inoltre, collaboro a stretto contatto con diverse figure operative per supportare le iniziative di marketing all’interno del consiglio di amministrazione: dagli annunci delle funzionalità e i lanci delle campagne ai webinar della leadership di pensiero. Uno degli aspetti più piacevoli del mio lavoro è usare spesso la creatività. Di recente ho creato alcuni video editoriali per promuovere la nostra guida ai regali di Natale.

Alex: Gestisco il team di marketing per i generi alimentari di Amazon Fresh. Ho iniziato a lavorare qui in Amazon gestendo le iniziative di outbound marketing per Amazon Restaurants. Successivamente ho ricoperto un ruolo legato al merchandising del sito: sono passata dal guidare i clienti verso Amazon al garantire che, una volta sul sito, possano usufruire dell’esperienza cliente migliore.

Alex, come si svolge la tua giornata tipo?

Soprattutto nella situazione attuale, non c’è una giornata tipo nel settore dei generi alimentari. Gestisco un team di sei persone, quindi puoi immaginare quante riunioni posso avere durante il giorno. Abbiamo un portafoglio venditori decisamente ampio, quindi in alcune di queste riunioni lavoriamo con i venditori per cercare i modi più efficaci per presentare il loro brand e i loro prodotti su Amazon.com. Mi occupo inoltre della supervisione della linee guida del merchandising per il settore alimentare, garantendo linearità e qualità. Quello alimentare è ancora un comparto in crescita per Amazon. Pian piano, stiamo creando tutti gli strumenti utili per potenziarlo.

Kris, come sei cresciuto professionalmente durante la tua permanenza in Amazon?

In Amazon, ciò che mi ha aiutato a crescere professionalmente è stata l’opportunità di acquisire e ampliare le mie competenze di marketing, oltre al fatto di lavorare in un ambiente maggiormente guidato dai dati. Inoltre, quando sei circondando da persone brillanti è ancora più facile riuscire a crescere. Amazon è un’azienda di persone vincenti e ciò porta inevitabilmente ad avere manager e mentori eccezionali che difficilmente avrei potuto incontrare altrove. Ho finito con l’apprezzare il fatto che non ci sono mai momenti di monotonia in Amazon. Il cambiamento avviene abbastanza velocemente qui. A volte può risultare decisamente dirompente, come è successo ad esempio durante il mio periodo iniziale con Pay: ho avuto ben quattro diversi manager nel giro di otto mesi. Ma grazie a queste esperienze, è migliorata la mia capacità di adattarmi e di agire rapidamente. Questo tipo di esperienza lavorativa è davvero prezioso.

Parlateci di una delle cose che vi piacciono di più del lavorare in Amazon Pay.

Alex: Amazon ha dimostrato realmente di far seguire le parole ai fatti, per quanto riguarda il trattamento dei propri dipendenti. Mi riferisco ad esempio alle campagne di match-funding a livello aziendale a favore della comunità afroamericana, all’impegno a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040, oppure all’adozione di misure per garantire la sicurezza dei dipendenti.

Sono orgogliosa di lavorare in un’azienda il cui fondatore si batte per l’uguaglianza. Il post pubblicato sul suo profilo Instagram qualche mese fa, che recitava “Sei il tipo di cliente che sono felice di perdere”, è un ottimo esempio di come non si tiri indietro quando si tratta di condannare il razzismo. Anche il team di risorse umane continua a dimostrare che la diversità e l’inclusione sono molto più di una priorità.

Kris: Dal punto di vista culturale, poter portare al lavoro il mio goldendoodle è un vero bonus. Charlie è un cane molto amichevole e averlo al mio fianco migliora di gran lunga la mia giornata lavorativa. Potete vederlo sul blog, nel post intitolato Amazon Pay e i suoi cani (quattro zampe e un lavoro da remoto).

Com’è lavorare nella stessa azienda insieme alla propria dolce metà?

Kris: In tutta onestà, adoro lavorare nella stessa azienda di Alex. Se da una parte cerchiamo di tenere separata la vita personale da quella lavorativa, dall’altra è un vantaggio perché entrambi possiamo comprendere al meglio il contesto culturale in cui l’altra persona lavora ogni giorno. Inoltre, è divertente avere gli stessi giorni di ferie, oppure il fatto di poter scambiare due chiacchiere sull’esibizione di Eddie Vedder durante il meeting All Hands a cui partecipa tutta l’azienda, o ancora partecipare a simpatiche competizioni legate alla nostra carriera in Amazon. Ad esempio, abbiamo scommesso su chi dei due avrebbe ottenuto per primo la promozione. Per fortuna è avvenuto per entrambi durante lo stesso ciclo di promozioni, nello stesso giorno, quindi non c’è stato nessun malumore. Amazon è una grande azienda e lavoriamo per unità completamente diverse, quindi non abbiamo mai avuto realmente occasione di lavorare insieme da quando siamo qui.

Alex: A volte non sembra nemmeno di lavorare nella stessa azienda perché i nostri ruoli e il tipo di lavoro che svolgiamo sono molto diversi. L’azienda offre numerosi benefit ai propri dipendenti, quindi è bello avere una visione dall’interno su come un’altra persona si avvale di tali benefit. Inevitabilmente, capita che si parli di lavoro a casa ed è bello che l’altra persona possa capire quando ti stai esprimendo con principi di leadership, ma anche che possa fermarti quando lo stai facendo a tavola.

Alex, come sai in Amazon ci sono principi di leadership (LP) che guidano e definiscono il modo in cui si sviluppa la cultura aziendale. Qual è il tuo preferito?

Tra i miei principi di leadership preferiti c’è la responsabilità. In qualsiasi ruolo c’è sempre una lista infinita di cose da fare. A volte, ciò può farti perdere di vista il fatto che il tuo lavoro è molto di più che semplicemente spuntare tutte le voci della lista. Non si tratta di quello che tu “devi” fare, ma di quello che “puoi” fare per apportare un miglioramento nella vita dei clienti. La tendenza a questo senso di responsabilità aiuta le persone a crescere come leader.

C’è qualcosa che vi piace fare quando non lavorate che i vostri colleghi potrebbero non sapere?

Alex: Sono incinta, quindi è abbastanza difficile per me pensare a qualcosa che non sia la mia famiglia. Io e Kris aspettiamo una bimba e non sapevo che potessero esistere dei maglioncini così piccoli. Non vedo l’ora di iniziare a fare acquisti!

Kris: Oltre a ingrandire la nostra famiglia, sono entusiasta del nuovo disco che lancerò nell’anno nuovo con il mio amico e produttore Budo. Durante i miei primi anni di lavoro nel marketing, avevo anche una seconda vita come promettente cantautore. Prima di entrare in Amazon, facevo tour per il Paese, scrivevo canzoni a Nashville o Los Angeles, oppure suonavo nei locali come artista spalla prima di alcuni dei miei musicisti preferiti. Questi due mondi si sono incontrati quando nel 2016 sono stato inserito nella playlist estiva di Amazon Music, mentre lavoravo come consulente per Amazon Pay.

Restiamo in contatto

Ricevi le ultime novità di Amazon Pay direttamente nella tua casella email.