Ti è mai capitato di chiederti come sia lavorare in Amazon? Vorresti conoscere meglio le persone che lavorano in una delle aziende più dedicate al cliente?

In questa breve serie di domande e risposte, conosceremo Giovanni Busi e il suo ruolo di Consumer Marketing Specialist. Giovanni ci racconta la sua esperienza in Amazon Pay, dai giorni da intern a Lussembrugo e Parigi al suo nuovo ruolo a Milano.

Come ti descriveresti in poche parole?

Mi piace l’avventura e sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Adoro viaggiare ed esplorare nuove culture, ho abitato in 5 Paesi finora e ciò che più mi è piaciuto è stato scoprire le usanze del posto.

Da quanto tempo lavori in Amazon? Qual è il tuo ruolo? Come lo descriveresti?

Sono entrato a far parte di Amazon e Amazon Pay a giugno 2018 a Lussemburgo come intern nel team di marketing B2B, dove mi occupavo di Francia, Spagna e Italia. Dopo un’esperienza di 6 mesi ho completato gli studi e sono tornato per un’altra internship a maggio 2019, questa volta a Parigi e con maggiori responsabilità come organizzare eventi e campagne di marketing con partner chiave. Non c’è due senza tre, dunque a dicembre 2019 sono tornato per un nuovo ruolo, Consumer Marketing Specialist per l’Europa, questa volta a Milano. Alcuni colleghi hanno iniziato a chiamarmi “Boomerang”!

Dopo 1 anno da Amazon, cosa ti piace di più della cultura aziendale?

Ciò che trovo incredibile di Amazon sono le pari opportunità e la grande considerazione che tutti hanno all’interno dell’azienda, a prescindere dal ruolo. Se sei a capo di un progetto, l’intero team si affida a te.

Qual è il tuo principio di leadership preferito e perché?

Il mio principio di leadership preferito è “imparare ed essere curioso”. C’è così tanto da imparare da Amazon, tutti hanno esperienze incredibili da raccontare e condividere, sia dal punto di vista personale che professionale.

Parlaci di un motivo per cui ti piace lavorare in Amazon Pay.

Ho sempre desiderato lavorare in una start-up all’interno di un contesto aziendale più complesso e Amazon Pay è esattamente questo. Siamo meno di 300 impiegati a livello globale e tutti possono proporre nuove idee: se valide, il team ti aiuterà a realizzarle.

In che modo Amazon supporta i tuoi obiettivi di carriera?

Amazon e Amazon Pay non solo supportano i miei obiettivi, ma mi hanno aiutato a lanciare la mia carriera. Al termine della mia prima internship a Lussemburgo sono stato invitato a prendere parte a una seconda a Parigi, dove stavo completando l’ultimo semestre di studi. Durante la prima, la mia manager Pauline mi ha dato la possibilità di dirigere la partecipazione di Amazon Pay ai più importanti eventi di settore di Francia e Italia (Paris Retail Week e Netcom). Mentre David, Direttore di Amazon Pay Spagna, mi ha aiutato a scrivere la tesi in “Voice Assistants: Insights on Adoption And Voice Commerce in Europe” durante la fase finale del Master. Adesso ricopro un nuovo ruolo all’interno del team di Consumer Marketing per l’Europa.

C’è un “bonus” nel tuo lavoro che potrebbe sorprendere qualcuno?

L’equilibrio tra vita privata e lavoro è il vero bonus per me. Avere la possibilità di lavorare da casa o da uno dei nostril uffici nel mondo è impagabile. Ho amici in tutta Europa quindi talvolta ho la possibilità di prendere un volo per Londra di venerdì mattina, lavorare con i colleghi durante il giorno e ritrovare gli amici di sempre la sera per quattro chiacchiere.

Qual è il tuo motto?

Mai arrendersi. La vita ogni tanto può rendere più difficile raggiungere i propri obiettivi, ma non bisogna arrendersi perché la soluzione arriverà.

Restiamo in contatto

Ricevi le ultime novità di Amazon Pay direttamente nella tua casella email.